Garantire la qualità degli ingredienti: i metodi di cottura CucinaBarilla

Controllo sulla filiera, tracciabilità delle materie prime ma anche metodi di lavorazione particolari: così viene garantita la qualità degli ingredienti CucinaBarilla.

Oggi CucinaBarilla

CB-magazine-main-qualità

In che modo CucinaBarilla riesce a mantenere alta la qualità degli ingredienti contenuti nei Kit?

Da una parte, le materie prime vengono scelte e controllate con estrema cura: tutti i prodotti vengono tracciati, e i fornitori non solo devono assicurare trasparenza sulla filiera produttiva, ma anche rispettare determinati standard di sicurezza.

Dall’altra, anche i metodi di lavorazione e di cottura fanno la differenza, poichè sono in grado di preservare tutto il gusto e il sapore degli ingredienti, conservandoli al meglio, senza l’aggiunta di additivi chimici.

Per poter raggiungere quest’importante obiettivo, CucinaBarilla sfrutta vari processi: la disidratazione, la pastorizzazione e la sterilizzazione.  Scopri in che cosa consistono e quali vantaggi apportano in termini di gusto e qualità degli ingredienti.

Le materie prime fresche e il successivo processo di disidratazione

Pensi che un ingrediente che ha subito un processo di disidratazione o pastorizzazione non sia di qualità? Ebbene, non è così.

Nel caso della disidratazione, i vari ingredienti – brodo, verdure, carne – vengono dapprima cucinati e poi privati dell’acqua: ecco allora che si trasformano in una specie di “polvere” che ha la capacità di conservarsi a lungo, senza l’aggiunta di glutammato, esaltatori di sapidità o altri additivi chimici.

Qualità degli ingredienti e pastorizzazione, un po’ come quando fai il sugo a casa

Come avviene invece il processo di pastorizzazione sterilizzazione? È un po’ come quando fai il sugo a casa, solo che, per poter conservare al meglio i prodotti e non utilizzare additivi, è necessario sottoporli a particolari trattamenti termici: la pastorizzazione a temperature inferiori ai 100° (nel caso di sughi a base di verdure), oppure la sterilizzazione a temperature superiori ai 100° (nel caso di condimenti a base di carne).

Questi due processi consentono di “stabilizzare” la temperatura degli alimenti dopo la fase di cottura, in modo tale che questi riescano a conservarsi per lungo tempo.

CB-magazine-interna-qualità-1-
CB-magazine-interna-qualità-2

Conservanti o coloranti? No, grazie

I prodotti CucinaBarilla contengono anche additivi alimentari? No, i kit non prevedono l’utilizzo di conservanti, coloranti o aromi artificiali. Non c’è presenza nemmeno di OGM, glutammato, olio di palma o sali di fusione.